Spianatura Pietre Affilatura Ad Acqua

trucchiamanuensiI Tips&Tricks dell'Arca - L'Arte degli Amanuensi

Spianatura delle pietre da affilatura ad acqua
Info generali

  • Autori :



  • Data : 27/12/2009


  • Principali Materiali ed Attrezzature impiegate :

    • Carta abrasiva grana 180

    • Colla spray riposizionabile 3M

    • Lastra di vetro (oppure marmo) spessore 18 mm.




Introduzione

Le pietre da affilatura, siano esse sintetiche o naturali, ad acqua o ad olio, con l'uso tendono a perdere la loro planarità, essenziale per qualsiasi processo di affilatura.

Per cui, di tanto in tanto, esse vanno controllate con una riga abbastanza precisa, oppure un comparatore a riga, appoggiando lo stesso sulla pietra nel senso della lunghezza e controllando, controluce, se il contatto tra comparatore e pietra sia costante per tutta la lunghezza della stessa.

Nel caso in cui filtrasse luce tra comparatore/riga e pietra, la pietra deve essere senz'altro spianata al fine di ripristinarne la planarità.

Per procedere alla spianatura avremo bisogno di una superficie piatta, che faccia da riferimento durante il processo.

Come "piano di riscontro" adopereremo una lastra di vetro ( oppure marmo ) di buon spessore ( per evitare che si possa flettere, o addirittura spaccare, sotto l'azione di spianatura della pietra ). Infatti le lastre di tali materiali sono perfettamente piatte, adattissime al nostro scopo.


Ci occuperemo qui della spianatura delle pietre sintetiche ad acqua, o waterstones, ma tale procedura risulta essere valida anche per pietre naturali ad acqua (belghe, BBW, giapponesi ..... ).


Procedura


Per prima cosa, incolliamo con la colla spray la carta abrasiva di grana 180 sulla lastra di vetro (preventivamente sgrassata con alcool), poi con una matita facciamo dei segni

album_pic

Tracciamo dei segni sulla pietra con la matita ...


sulla faccia della pietra che deve essere spianata, ed iniziamo la spianatura applicando poca pressione.

Effettuati pochi passaggi, notiamo come la pietra fosse concava, essendo i segni della matita scomparsi soltanto alle due estremità

album_pic

La pietra era concava ...


continuiamo fino a che tutti i segni siano scomparsi.

Rifacciamoli ancora una volta

album_pic

Ritracciamo i segni sulla pietra ...


e continuiamo con la spianatura.

Se dopo pochi passaggi controlliamo nuovamente, noteremo che ora i segni

album_pic

I segni stanno scomparendo uniformemente e contemporaneamente dalla pietra ...


stanno scomparendo tutti uniformemente e contemporaneamente dalla pietra, segno che questa sia ora ragionevolmente piatta.

Tenere a portata di mano una spazzola, o anche un pennello, a setole dure, con i quali togliere di tanto in tanto dalla carta abrasiva la polvere che si viene a formare durante il processo di spianatura, e che se non venisse eliminata, andrebbe ad intasare la carta stessa.

Continuiamo fino a che tutti i segni non siano scomparsi.

Nel caso in cui notassimo che la carta si fosse consumata, cambiamola senz'altro con una nuova della stessa grana.


Questa procedura, che ricordiamo va fatta preferibilmente a secco, andrà ovviamente ripetuta per tutte le pietre che si intendono utilizzare.


Note finali

Si consiglia di utilizzare carta abrasiva incollata su lastra di vetro o marmo; l'utilizzo di tali materiali è risultato quello più economico e semplice da implementare.

Altre soluzioni che a prima vista potrebbero sembrare le più intuitive, come per esempio l'utilizzo di pietre diamantate DMT, alla fine risultano essere le più complicate ( manutenzione, lavaggio ed asciugatura delle diamantate stesse ) nonchè di gran lunga le più onerose, dato il costo elevato delle diamantate di buona qualità.

Infatti, dopo una decina di spianature di pietre (se le diamantate sono di buona qualità ma di costo elevato, come le DMT, oppure addirittura poche spianature su diamantate economiche ) si saranno consumate, risultando pressocchè inservibili anche per eventuali processi di affilatura di lame.


by ArcaDiLegno - 2009


Visitatore - Dom 27 Dic, 2009 08:57 Stampa l'argomento Segnala via email l'argomento

 

Tutti i contenuti di questo sito, ove non diversamente indicato, sono coperti da licenza Creative Commons.

cc_88x31