Trucchi per un'Eclipse

Da jhl-verona, 26 Feb 2015.

Risposte 19, Visite 3894

Vai a 1, 2  Successivo

Precedente Argomenti Recenti Download Discussione Versione Stampabile Segnala via email Successivo

 

Da jhl-veronaSesso: Uomo Inviato: Gio 26 Feb, 2015 10:06 #1
Ufficiale di bordo
Ufficiale di bordo
avatar

Registrato: Ottobre 2010

Messaggi: 6044

Età: 58

Residenza: uk.png

Regione: Veneto

Provincia: Verona (VR)


Clicca su schermo pieno - è in HD!


John

____________
Più imparo, più dubito.

 
Da StortinoSesso: Uomo Inviato: Sab 28 Feb, 2015 18:47 #2
 
avatar
HomePage

Registrato: Settembre 2010

Messaggi: 214

Età: 69

Residenza: italia.png

Regione: Veneto

Provincia: Padova (PD)

Grande John!    
 
Da save86Sesso: Uomo Inviato: Dom 01 Mar, 2015 01:44 #3
 
avatar

Registrato: Gennaio 2015

Messaggi: 21

Età: 31

Residenza: italia.png

Regione: Sicilia

Provincia: Catania (CT)

Complimenti per il tutorial John!!!
Mi sono fatto qualcosa di simile ma semplicemente attenendomi alle indicazioni della mia guida simil eclipse, cioè creando 4 riscontri rispettivamente per 25 e 30 gradi (cioè bisello primario e secondario per ferri pialla e scalpelli), avendo al momento solo una pialla block rabbet juuma e una pialla da finitura in legno avevo creduto che fosse sufficiente affilare tutto a 25 gradi e fare il microbevel a 30, anche per gli scalpelli, ma adesso ho qualche dubbio   Se ho ben capito tu utilizzi per i ferri pialla bevel down bisello primario a 33! Perché questa scelta? In più ho notato sulla mia block che va da Dio su legni teneri col bisello a 25/30 ma provando sul rovere ho fatto molta fatica pur accertandomi che era discretamente affilata. In sostanza più il legno è duro maggiore deve essere l'angolo di seduta giusto??
 
Da jhl-veronaSesso: Uomo Inviato: Dom 01 Mar, 2015 14:27 #4
Ufficiale di bordo
Ufficiale di bordo
avatar

Registrato: Ottobre 2010

Messaggi: 6044

Età: 58

Residenza: uk.png

Regione: Veneto

Provincia: Verona (VR)

save86 ha scritto: 
Complimenti per il tutorial John!!!
Mi sono fatto qualcosa di simile ma semplicemente attenendomi alle indicazioni della mia guida simil eclipse, cioè creando 4 riscontri rispettivamente per 25 e 30 gradi (cioè bisello primario e secondario per ferri pialla e scalpelli), avendo al momento solo una pialla block rabbet juuma e una pialla da finitura in legno avevo creduto che fosse sufficiente affilare tutto a 25 gradi e fare il microbevel a 30, anche per gli scalpelli, ma adesso ho qualche dubbio  

Grazie. Non è sbagliato fare come avevi fatto tu.

save86 ha scritto: 
Se ho ben capito tu utilizzi per i ferri pialla bevel down bisello primario a 33! Perché questa scelta? In più ho notato sulla mia block che va da Dio su legni teneri col bisello a 25/30 ma provando sul rovere ho fatto molta fatica pur accertandomi che era discretamente affilata. In sostanza più il legno è duro maggiore deve essere l'angolo di seduta giusto??

Ho scelto 33° per avere un tagliente un pò più robusto, ma lasciando un buon angolo di spoglio che corresponde a quello di una block low angle - 12°. L'angolo di taglio rimane sempre 45° - uguale al angolo dello frog.

Il 25° con una block low angle corresponde a 37° come angolo di taglio, che va molto bene per piallare di testa, oppura per piallare con truccioli fine legni morbidi. Per legni più duri si usa il classico 45° del bevel down, detto common pitch, ma per legni più rognosi si può sceglere angoli più alti, 50°, 55° o anche 60° - York, Middle e Half pitch.

Mi sa che devo scrivere qualcosa nel tutorial su queste cose...

John

____________
Più imparo, più dubito.

 
Da save86Sesso: Uomo Inviato: Dom 01 Mar, 2015 15:58 #5
 
avatar

Registrato: Gennaio 2015

Messaggi: 21

Età: 31

Residenza: italia.png

Regione: Sicilia

Provincia: Catania (CT)

sarebbe utilissimo!! nella pratica utilizzare la giusta pialla per le varie essenze mi sono accorto che non è per nulla scontato

Ultima modifica di save86 il Dom 01 Mar, 2015 15:59, modificato 1 volta in totale

 
Da grimgorSesso: Uomo Inviato: Mer 04 Mar, 2015 15:18 #6
 
avatar

Registrato: Novembre 2010

Messaggi: 643

Regione: Toscana

Provincia: Lucca (LU)

Hey john, perchè non dai anche qualche indicazione degli angoli? Fanno sempre comodo!
 
Da lapinSesso: Uomo Inviato: Mer 04 Mar, 2015 16:13 #7
Ufficiale di bordo
Ufficiale di bordo
avatar

Registrato: Marzo 2013

Messaggi: 11544

Età: 62

Residenza: italia.png Seregno

Regione: Lombardia

Provincia: Monza e della Brianza (MB)

grimgor ha scritto: 
Hey john, perchè non dai anche qualche indicazione degli angoli? Fanno sempre comodo!


Basta leggere il tutor sull'affilatura  

____________
Giuseppe.

Yorkshire's proverb:

Over the bench the goat lives
under the bench the goat dies

 
Da jhl-veronaSesso: Uomo Inviato: Sab 21 Mar, 2015 16:41 #8
Ufficiale di bordo
Ufficiale di bordo
avatar

Registrato: Ottobre 2010

Messaggi: 6044

Età: 58

Residenza: uk.png

Regione: Veneto

Provincia: Verona (VR)

Finalmente ho avuto il tempo di provare la dima. Solo un paio di angoli non andavano bene, che poi spiego qui.

1020522
Primario 20°, secondario 25°. Dato che non voglio assotigliare troppo la lama, porto il bisello primario solo a metà. Per me 20° è troppo sottile, meglio 22° o 23°.

 1020530
Il classico 25°/33°. Nessun problema e posso creare un bisello secondario molto sottile.

 1020526
Combinazione 33°/38°. Perfetto. Ci sono tre biselli perchè precedentemente avevo levigato il bisello primario ad un angolo inferiore a 33°, probabilmente 25°.

 1020528
Combinazione 38°/50°. Stavo impiegando troppo tempo a levigare il bisello primario, quindi ho aumentato l'angolo (per quello vedi tre angoli di bisello).

 1020534
La modifica per aumentare l'angolo è molto semplice - basta uno spessore. Qui si vede come aumenta l'angolo dal 38° verso un 43°-45°. Ho usato lo stesso spessore per aumentare l'angolo di 20° verso un 22°-23°.

 1020539
Con le pietre anche di grana 220 ci vuole troppo tempo per creare il bisello primario, quindi ho costruito questo. La grana è 60-80, e i listelli tengono la carta vetrata in tensione, per evitare la famosa 'onda' senza usare la colla. Adesso devo trovare un fornitore di carta abrasiva di buon prezzo, forse questo. Consumo 30-40cm ogni 3-4 lame.
 


John

____________
Più imparo, più dubito.

 
Da lapinSesso: Uomo Inviato: Sab 21 Mar, 2015 18:02 #9
Ufficiale di bordo
Ufficiale di bordo
avatar

Registrato: Marzo 2013

Messaggi: 11544

Età: 62

Residenza: italia.png Seregno

Regione: Lombardia

Provincia: Monza e della Brianza (MB)

Accidenti, John, sei sempre all'opera  

____________
Giuseppe.

Yorkshire's proverb:

Over the bench the goat lives
under the bench the goat dies

 
Da ColomboSesso: Uomo Inviato: Sab 21 Mar, 2015 22:46 #10
 
avatar

Registrato: Marzo 2015

Messaggi: 14

Età: 48

Regione: Umbria

Provincia: Perugia (PG)

Bel video John semplice ed efficace.
La dima è un aiuto prezioso per affilare. Ultimamente sto sperimentando l'affilatura senza guida su pietre diamantate. Queste tipo di pietre e' ottimo ma devo ancora prendere bene confidenza con i giusti angoli di affilatura. Ci vorrà molta pratica..

Ciao
Giorgio
 
Da jhl-veronaSesso: Uomo Inviato: Sab 21 Mar, 2015 23:50 #11
Ufficiale di bordo
Ufficiale di bordo
avatar

Registrato: Ottobre 2010

Messaggi: 6044

Età: 58

Residenza: uk.png

Regione: Veneto

Provincia: Verona (VR)

Colombo ha scritto: 
Ultimamente sto sperimentando l'affilatura senza guida su pietre diamantate. Queste tipo di pietre e' ottimo ma devo ancora prendere bene confidenza con i giusti angoli di affilatura. Ci vorrà molta pratica..

Ciao
Giorgio

Ottimo! Stile Paul Sellers immagino. Magari se vuoi aggiungere i tuoi osservazioni sulle pietre diamantate qui sarebbe un bel arrichimento!

John

____________
Più imparo, più dubito.

 
Da ColomboSesso: Uomo Inviato: Dom 22 Mar, 2015 07:37 #12
 
avatar

Registrato: Marzo 2015

Messaggi: 14

Età: 48

Regione: Umbria

Provincia: Perugia (PG)

jhl-verona ha scritto: 
Colombo ha scritto: 
Ultimamente sto sperimentando l'affilatura senza guida su pietre diamantate. Queste tipo di pietre e' ottimo ma devo ancora prendere bene confidenza con i giusti angoli di affilatura. Ci vorrà molta pratica..

Ciao
Giorgio

Ottimo! Stile Paul Sellers immagino. Magari se vuoi aggiungere i tuoi osservazioni sulle pietre diamantate qui sarebbe un bel arrichimento!

John


Si John, e' proprio seguendo il Sir britannico che mi sono deciso ad acquistarle ed a sperimentare l'affilatura a mano libera, ma ancora con dubbi risultati, purtroppo. Scriverò' le mie impressioni al link indicato.

Ciao
Giorgio
 
Da carlobusiSesso: Uomo Inviato: Mer 31 Ago, 2016 23:50 #13
 
avatar

Registrato: Agosto 2016

Messaggi: 35

Età: 55

Regione: Lazio

Provincia: Roma (RM)

molto utile e semplice.

una domanda:
Essendo un grafico ho rapporti quotidiani e con le misurazioni di vario tipo e faccio questo discorso solo in linea di principio, per deformazione professionale forse.

Comunque per quanto riguarda le misurazioni cerco di usare sempre la cosa più lunga, più è piccola la misura da prendere e (a parità di strumenti) maggiore il grado di imprecisione della misurazione.

Con un semplice calcolo sarebbe facile stabilire di quanto deve sporgere la lama per ottenere l'angolo voluto e la misura, per un'altezza del piano della lama intorno ai 5cm dovrebbe essere qualcosa più di dieci centimetri.
Usando strumenti di misura convenzionali, l'errore sui 3mm del bisello, applicato a 10cm circa avrà necessariamente un'effetto molto minore.

Tutto questo ha un'effetto minimo sull'affilatura della nostra lama, ma io sarei stato portato a fare così.
Avrei sbagliato?
 
Da jhl-veronaSesso: Uomo Inviato: Gio 01 Set, 2016 00:40 #14
Ufficiale di bordo
Ufficiale di bordo
avatar

Registrato: Ottobre 2010

Messaggi: 6044

Età: 58

Residenza: uk.png

Regione: Veneto

Provincia: Verona (VR)

La sporgenza dipende esclusivamente dal angolo desiderato e l'altezza della guida, da dove si appoggia la ruota alla sede che ritiene la lama. Questo può variare da circa 1cm per 50° a 5-6cm per 25° con la classica Eclipse e una lama da pialla.

Il jig serve semplicemente per velocità e ripetibilità. Veloce perchè devo solo spingere la lama contro il blocco di legno. La ripetibilità è importante perche anche piccole difference di decimi di millimetri di sprogenza (specialmente con angoli elevate) può creare lavori addizionale, perchè non combaccia bene con l'angolo del ultima affilatura.

Alla fine, un grado in più o in meno non cambia niente, altrimenti sarebbe impossibile affilare a mano. Se usi una guida, la ripetibilità e tutto, perchè puoi usare una pietra molto fine per 'rinfrescare' la lama in poco tempo, se riprendi l'angolo del ultima affilatura. Altrimenti devi cominciare sempre da pietre più grosse, e poi passare alle pietre fine, che costa più tempo.

Come tutti, preferisco lavorare il legno che affilare, ma preferisco anche lavorare il legno con attrezzi ben affilati. Lungo quella strada ogniuno trova i suoi equilibri.

HTH

John

____________
Più imparo, più dubito.

 
Da carlobusiSesso: Uomo Inviato: Gio 01 Set, 2016 16:14 #15
 
avatar

Registrato: Agosto 2016

Messaggi: 35

Età: 55

Regione: Lazio

Provincia: Roma (RM)

ecco, ora ho capito.
la ripetibilità è l'obbiettivo, riaffilare diventa facile e si spreca il minimo materiale della lama.
Grazie

ma John, è possibile che sia tu in camicia a scacchi in questo video?
https://www.youtube.com/watch?v=Koq9ExNVMmc

vorrei proprio costruire una jig come quella
 

Vai a 1, 2  Successivo

Precedente Argomenti Recenti Download Discussione Versione Stampabile Segnala via email Successivo