Il Costo Di Smaltimento

Da jhl-verona, 13 Set 2017.

Risposte 4, Visite 174

 

Precedente Argomenti Recenti Download Discussione Versione Stampabile Segnala via email Successivo

 

Da jhl-veronaSesso: Uomo Inviato: Mer 13 Set, 2017 00:49 #1
Ufficiale di bordo
Ufficiale di bordo
avatar

Registrato: Ottobre 2010

Messaggi: 6045

Età: 58

Residenza: uk.png

Regione: Veneto

Provincia: Verona (VR)

Come probabilmente sapete sto ristrutturando casa. Non mi considero un grande ecologista, ma trovo curioso che due materiali in particolare, molto popolare per le costruzioni odierna, hanno un costo di smaltimento particolarmente alto. Se forse le persone che comprano questi materiali erano consapevole di ciò forse avrebberano scelto altro...

I prezzi e costi probabilmente sono solo validi per la provincia di Verona, o al massimo per il Veneto. Altrove possono variare, perchè non c'è una legge o regola precisa, o meglio, ci sono tanti, e ogniuno può scelgere quelle che preferiscono.

Comunque lo smaltimento ha un costo. Per le macerie inerte, mattoni, malta, intonaci, e così via, pago €170 (ivato) alla navetta (andata e ritorno), che può contenere fino a 2 metri cubi, diciamo 2500 Kg. Quindi circa 18 centesimi al Kg. Ma è anche materiale che viene riciclato. Questo è il costo di trasporto, per questo discussione.

Comunque, e per mia ignoranza, mi sono trovato con due altri materiali da smaltire. Il primo è il cartongesso. C'era una stanza (due muri a doppio strato di 2 cm sia interno che esterno, e con soffitto sospeso sa strato singolo) e un divisore che tagliava un corredoio (sempre da 2 cm interno ed esterno) fatti entrambi di cartongesso. Oltre al normale costo della navetta, si aggiunge un ulteriore costo di 35 centesimi al Kg (ivato). Cosiderando che il peso era di 12 quintali, una bella sometta. Quindi lo smaltimento è di 53 centesimi al Kg, nel mio caso.

Se, per puro masochismo, vado a ricomprare il cartongesso per sostituire quello appena smaltito, posso trovarlo al prezzo di €1,88 al mq. Il peso dichiarato è di 10 Kg al mq, circa - che posso confermare veritiero, nel senso che i pezzi rimossi erano davvero pesante! Questo però significa che spenderò €5,30 per smaltire di nuovo ogni mq che compro! Quasi 3 volta il costo di acquisto!

Andiamo avanti con il secondo materiale, la lana di roccia. E' classificato come irritante, ma non carcerogeno. Che irrita, irrita, posso confermare, sia prurito, sia tosse continuo quando devo spostarlo, o arrotolarlo, ecc. Quindi tuta di lavoro, guanti, maschera, occhiali, mi raccomando. Ma qui a Verona (e credo nel Veneto) è considerato un rifiuto speciale, con costo (oltre al trasporto) di smaltimento di €1,80 al Kg. Quindi sto pagando €1,98 per il trasporto e smaltimento al Kg. Proseguendo, sempre masochisticamente, a ricomprare la lana di roccia appena smaltito, posso trovarlo al prezzo di €2,41 al mq. Il peso dichiarato è di 1,2 Kg al mq in questo caso (25 Kg al mc / 20). Quindi siamo a €2,37 per smaltire di nuovo ogni mq che compro. Praticamente il 100% del costo di acquisto.

Sarà che non sono particolarmente bravo a trovare prezzi bassi per lo smaltimento (anche se avevo contattato almeno 5 aziende), e forse i pesi dichiarati non sono corretti, ma se forse messo sul eticetta anche il prezzo di smaltimento, magari qualcuno (io, per esempio) potrebbe riconsiderare altri materiale, possibilmente naturali, tipo legno, riciclabili, che apparentemente costano di più, se consideriamo solo ed esclusivamente il costo di acquisto.

D'accordo, sono anche bastardo dentro, ed il prossimo costo di smaltimento sarà (spero) a carico del prossimo acquirente della casa. Inoltre non sono esattamente un fanatico nella differenziazione dei rifiuti di casa. Ma qui stiamo parlando di quintali di materiali, probabilmente l'equivalente di qualche anno di rifiuti di casa. In questo senso, la decisione ha un altro aspetto, oltre alle migliaia di euro che si spende nel immediato.

Faccio notare, per chiarezza e correttezza che ho messo dei link al Bricoman solo ed esclusivamente come esempio del costo d'acquisto. Potevo sceglere qualunque altro fornitore di materiale edilizia generalmente conosciuto a noi forumisti qui, tanto, che sappia io, nessuno di loro specifica il costo di smaltimento di questi prodotti.

John

____________
Più imparo, più dubito.

 
Da GioVa Inviato: Mer 13 Set, 2017 09:22 #2
 
avatar

Registrato: Agosto 2010

Messaggi: 3675

Residenza: blank.gif

Regione: Piemonte

Provincia: Alessandria (AL)

il cartongesso anche qui  l'ecocentro non lo ritira, la cosa non mi interessa piu' di tento perché in casa non ne ho e quindi.......... , pero' ho notato piu' volte nei cassonetti della carta alcuni pezzi di cartongesso, evidentemente i miei compaesani visto che e' CARTON-gesso lo assimilano alla carta e se ne disfano cosi'   , comunque si potrebbe separare la carta dal gesso e poi la carta nella carta e il gesso negli inerti edili    
 
Da zoki4691Sesso: Uomo Inviato: Mer 13 Set, 2017 19:05 #3
 
avatar
Galleria Personale

Registrato: Settembre 2013

Messaggi: 1816

Età: 53

Residenza: yugoslavia.png

Regione: Lombardia

Provincia: Milano (MI)

GioVa ha scritto: 
il cartongesso anche qui  l'ecocentro non lo ritira, la cosa non mi interessa piu' di tento perché in casa non ne ho e quindi.......... , pero' ho notato piu' volte nei cassonetti della carta alcuni pezzi di cartongesso, evidentemente i miei compaesani visto che e' CARTON-gesso lo assimilano alla carta e se ne disfano cosi'   , comunque si potrebbe
Citazione:
separare la carta dal gesso e
poi la carta nella carta e il gesso negli inerti edili    

Caro GioVa, non e problema ne carta , tanto-meno gesso come materiale . Sono tutti e due materiali naturali e se li metti fuori si sciolgono con pioggia e il sole .
Ovvio che cartongesso non tiene solo la carta .  X tenerlo compatto ci sono le fibre di vetro e qui e un problema , anche grave. A causa di fibre di vetro tanti ecco centri non ritirano questo materiale anche a pagamento .
X quello che lo trovi mischiato con altri rifiuti , che io trovo assolutamente ingiusto.
E da altra parte anche la gente mica se lo po mangiare ,,,

____________
Sono d'accordo sulla tua analisi , però mi dà fastidio il fatto che poi leggi tra le righe qualche parola di scherno per volersi rifare della loro ignoranza,,,
Black Bombay

 
Da zoki4691Sesso: Uomo Inviato: Mer 13 Set, 2017 19:17 #4
 
avatar
Galleria Personale

Registrato: Settembre 2013

Messaggi: 1816

Età: 53

Residenza: yugoslavia.png

Regione: Lombardia

Provincia: Milano (MI)

jhl-verona ha scritto: 
Come probabilmente sapete sto ristrutturando casa. Non mi considero un grande ecologista, ma trovo curioso che due materiali in particolare, molto popolare per le costruzioni odierna, hanno un costo di smaltimento particolarmente alto. Se forse le persone che comprano questi materiali erano consapevole di ciò forse avrebberano scelto altro...

I prezzi e costi probabilmente sono solo validi per la provincia di Verona, o al massimo per il Veneto. Altrove possono variare, perchè non c'è una legge o regola precisa, o meglio, ci sono tanti, e ogniuno può scelgere quelle che preferiscono.

Comunque lo smaltimento ha un costo. Per le macerie inerte, mattoni, malta, intonaci, e così via, pago €170 (ivato) alla navetta (andata e ritorno), che può contenere fino a 2 metri cubi, diciamo 2500 Kg. Quindi circa 18 centesimi al Kg. Ma è anche materiale che viene riciclato. Questo è il costo di trasporto, per questo discussione.

Comunque, e per mia ignoranza, mi sono trovato con due altri materiali da smaltire. Il primo è il cartongesso. C'era una stanza (due muri a doppio strato di 2 cm sia interno che esterno, e con soffitto sospeso sa strato singolo) e un divisore che tagliava un corredoio (sempre da 2 cm interno ed esterno) fatti entrambi di cartongesso. Oltre al normale costo della navetta, si aggiunge un ulteriore costo di 35 centesimi al Kg (ivato). Cosiderando che il peso era di 12 quintali, una bella sometta. Quindi lo smaltimento è di 53 centesimi al Kg, nel mio caso.

Se, per puro masochismo, vado a ricomprare il cartongesso per sostituire quello appena smaltito, posso trovarlo al prezzo di €1,88 al mq. Il peso dichiarato è di 10 Kg al mq, circa - che posso confermare veritiero, nel senso che i pezzi rimossi erano davvero pesante! Questo però significa che spenderò €5,30 per smaltire di nuovo ogni mq che compro! Quasi 3 volta il costo di acquisto!

Andiamo avanti con il secondo materiale, la lana di roccia. E' classificato come irritante, ma non carcerogeno. Che irrita, irrita, posso confermare, sia prurito, sia tosse continuo quando devo spostarlo, o arrotolarlo, ecc. Quindi tuta di lavoro, guanti, maschera, occhiali, mi raccomando. Ma qui a Verona (e credo nel Veneto) è considerato un rifiuto speciale, con costo (oltre al trasporto) di smaltimento di €1,80 al Kg. Quindi sto pagando €1,98 per il trasporto e smaltimento al Kg. Proseguendo, sempre masochisticamente, a ricomprare la lana di roccia appena smaltito, posso trovarlo al prezzo di €2,41 al mq. Il peso dichiarato è di 1,2 Kg al mq in questo caso (25 Kg al mc / 20). Quindi siamo a €2,37 per smaltire di nuovo ogni mq che compro. Praticamente il 100% del costo di acquisto.

Sarà che non sono particolarmente bravo a trovare prezzi bassi per lo smaltimento (anche se avevo contattato almeno 5 aziende), e forse i pesi dichiarati non sono corretti, ma se forse messo sul eticetta anche il prezzo di smaltimento, magari qualcuno (io, per esempio) potrebbe riconsiderare altri materiale, possibilmente naturali, tipo legno, riciclabili, che apparentemente costano di più, se consideriamo solo ed esclusivamente il costo di acquisto.

D'accordo, sono anche bastardo dentro, ed il prossimo costo di smaltimento sarà (spero) a carico del prossimo acquirente della casa. Inoltre non sono esattamente un fanatico nella differenziazione dei rifiuti di casa. Ma qui stiamo parlando di quintali di materiali, probabilmente l'equivalente di qualche anno di rifiuti di casa. In questo senso, la decisione ha un altro aspetto, oltre alle migliaia di euro che si spende nel immediato.

Faccio notare, per chiarezza e correttezza che ho messo dei link al Bricoman solo ed esclusivamente come esempio del costo d'acquisto. Potevo sceglere qualunque altro fornitore di materiale edilizia generalmente conosciuto a noi forumisti qui, tanto, che sappia io, nessuno di loro specifica il costo di smaltimento di questi prodotti.

John

John , x buttare le macerie , secondo la lege , ci vuole prima perizia di un perito edile . Poi se tu , come un buon Anglosassone , l'hai fatto , l'hai buttato , senza una valida perizia ,  sei diventato autodidatta  
Scherzi a parte , questo e un paese dei balocchi . Tanto ingolfato da le regole e leggi che non si possono rispettare. Ma tanto "riadattabile " che siete campioni del mondo non solo di calcio , ma anche di trovare c'avvili ,,,

____________
Sono d'accordo sulla tua analisi , però mi dà fastidio il fatto che poi leggi tra le righe qualche parola di scherno per volersi rifare della loro ignoranza,,,
Black Bombay

 
Da StortinoSesso: Uomo Inviato: Mer 13 Set, 2017 22:05 #5
 
avatar
HomePage

Registrato: Settembre 2010

Messaggi: 215

Età: 69

Residenza: italia.png

Regione: Veneto

Provincia: Padova (PD)

John quando ho fatto casa io nel 2000 il cassone da 5 metricubi costava 200.000Lire
ne ho portati via 5, avrei potuto fregarmene e fare una gran buca con la ruspa e buttare tutto sotto ma non l'ho fatto per rispetto della terra quindi ho pagato il milionazzo.
Concordo sul fatto che dovrebbero almeno avvertire che c'è un costo di smaltimento, poi uno si informa, per decidere cosa utilizzare.
Particolare attenzione a: guaine catramate, onduline in vetroresina e lastre di vetro.
 

Precedente Argomenti Recenti Download Discussione Versione Stampabile Segnala via email Successivo