Legno Da Lavorare

Da Efrem, 08 Set 2010.

Risposte 15, Visite 1852

Vai a 1, 2  Successivo

Precedente Argomenti Recenti Download Discussione Versione Stampabile Segnala via email Successivo

 

Da EfremSesso: Uomo Inviato: Mer 08 Set, 2010 09:46 #1
 
avatar

Registrato: Luglio 2010

Messaggi: 117

Età: 34

Regione: Lombardia

Provincia: Sondrio (SO)

Buongiorno a tutti, abbiate un pò di pazienza ma siccome sono un dilettante ho bisogno e "fame" di sapere.. Non so quanti avranno la pazienza di rispondere a tutte le mie domande, ma io ci provo lo stesso, ringraziando anticipatamente tutti coloro che avranno la cortesia di far luce sui miei mille dubbi e lacune.
Allora da dove iniziare...
Io fino ad ora ho sempre lavorato legni comprati a dei Briko center, quindi conosco:
- Laminato - è formato da truciolato e da una lamina in pvc (correggetemi se sbaglio).
- Mdf - Ecco su questo tipo di legno ho bisogno di sapere alcune cose: se è un "legno" resistente. se è soggetto a tarli.e se nel verniciarlo va bene darci sopra un impregnante oppure basta una passata di colla vinilica. ( Io vernicio a pennello però perchè non posso utilizzare pistola).
- Mulistrato - che è quello chiaro di solito, anche qui volevo sapere le stesse domande di sopra.
Poi giorni fa ho rifatto le assi da mettere sotto il mio letto, e il tizio della Briko aveva solo pannelli di quel legno che si applca anche sulle pareti delle case in costruzione all'esterno, tipo pannello isolante, adesso non so dirvi il nome esatto ma è fatto di tante "cortecce" di legno pressate. Il tizio della briko mi ha detto che è cmq un legno resistente e anche "impermeabile", ma non mi convince molto in quanto vedo già che si è curvato.. credo mi abbia rifilato "una sola" come dicono a Roma   anche qui ho bisogno di sapere se questo legno è soggetto atarli visto che sta sotto ilmaterasso, io per adesso gli ho dato una pennellata di colla vinilica.
Poi mi interessava (se è possibile) sapere quali sono i legni (veri legni) buoni da lavorare e sapere qual'è il legno più morbido fino a sapere qual'è il più duro e resistente, perchè io fino ad ora ho lavorato con delle listarelle di legno di abete ma mi sembra un legno molto morbido e molto facile alla rottura (crepatura) se si inseriscono viti.
Scusate per il poema che ho scritto    
Grazie
 
Da aceofbladeSesso: Uomo Inviato: Mer 08 Set, 2010 09:54 #2
 
avatar

Registrato: Aprile 2009

Messaggi: 819

Età: 34

Residenza: italia.png Dronero

Regione: Piemonte

Provincia: Cuneo (CN)

Ciao

ti consiglierei per una risposta esauriente di provare con la funzione cerca, dato che si e spesso parlato dei vari mdf e simili, l'abete è morbido senza dubbio, per piantarci le viti (ma conviene con ogni legno) dovresti fare un preforo, più piccolo del diametro della vite ovviamente.

quanto ai legni veri...ce n'e' a decine di specie e sottospecie, dipende sempre da cosa vuoi farci e da quanto vuoi spendere, in italia i più comuni son faggio , castagno, noce ,frassino, larice, rovere e ciliegio, i primi due son piuttosto economici e sufficientemente resistenti per la maggior parte delle opere poi dipende da gusti ed esigenze.

Ciao

Dan
 
Da EfremSesso: Uomo Inviato: Mer 08 Set, 2010 10:03 #3
 
avatar

Registrato: Luglio 2010

Messaggi: 117

Età: 34

Regione: Lombardia

Provincia: Sondrio (SO)

Ok grazie mille per le info
 
Da blackbombaySesso: Uomo Inviato: Mer 08 Set, 2010 10:14 #4
 
avatar

Registrato: Gennaio 2008

Messaggi: 388

Età: 52

Residenza: blank.gif

Regione: Campania

Provincia: Napoli (NA)

Se vuoi fare qualcosa di serio le viti mettile in cantina e non le toccare.
 
Da EfremSesso: Uomo Inviato: Mer 08 Set, 2010 10:19 #5
 
avatar

Registrato: Luglio 2010

Messaggi: 117

Età: 34

Regione: Lombardia

Provincia: Sondrio (SO)

blackbombay ha scritto: 
Se vuoi fare qualcosa di serio le viti mettile in cantina e non le toccare.


Perchè? In che senso?
 
Da blackbombaySesso: Uomo Inviato: Mer 08 Set, 2010 10:23 #6
 
avatar

Registrato: Gennaio 2008

Messaggi: 388

Età: 52

Residenza: blank.gif

Regione: Campania

Provincia: Napoli (NA)

Efrem ha scritto: 
blackbombay ha scritto: 
Se vuoi fare qualcosa di serio le viti mettile in cantina e non le toccare.


Perchè? In che senso?

Piu viti usi meno sei esperto.
Se vuoi imparare comincia a imparare a lavorare senza viti,poi magari le tieni come ultima spiaggia.
 
Da aceofbladeSesso: Uomo Inviato: Mer 08 Set, 2010 11:01 #7
 
avatar

Registrato: Aprile 2009

Messaggi: 819

Età: 34

Residenza: italia.png Dronero

Regione: Piemonte

Provincia: Cuneo (CN)

sempre con la funzione cerca o guardando gli altrui lavori puoi trovare le varie tecniche, incastri ,spinatura, lamello...fino alla tecnica eccelsa del falegname...la "Jesus" sputi su sue tavole e unendole tengono   ...(come credete gli sia venuta in mente l'dea per l'orecchio del centurione?   ?

Dan
 
Da ninni49Sesso: Uomo Inviato: Mer 08 Set, 2010 11:06 #8
 
avatar
Galleria Personale

Registrato: Febbraio 2009

Messaggi: 515

Età: 64

Regione: Sardegna

Provincia: Cagliari (CA)

Io sotto il letto non ci metterei quei pannelli di particelle di legno compresse. Penso che le colle che vengono usate per formarli possano assere dannose perchè un minimo di rilascio credo che lo facciano. Magari mi sbaglio ma preferirei mettere delle tavole di abete, per quanto legno povero almeno non contiene collanti.

____________
Ciao
Domenico

Ultima modifica di ninni49 il Gio 09 Set, 2010 07:39, modificato 1 volta in totale

 
Da EfremSesso: Uomo Inviato: Mer 08 Set, 2010 13:35 #9
 
avatar

Registrato: Luglio 2010

Messaggi: 117

Età: 34

Regione: Lombardia

Provincia: Sondrio (SO)

A ok grazie per l'informazione Ninni
 
Da amedeoSesso: Uomo Inviato: Mer 08 Set, 2010 15:34 #10
Capitano
Capitano
avatar
Galleria Personale

Registrato: Dicembre 2007

Messaggi: 12886

Età: 55

Residenza: italia.png Dolzago LC

Regione: Lombardia

Provincia: Lecco (LC)

Provo ad aggiungere che l'MDF non è propriamente legno e di solito si finisce con una o più mani di fondo e una o due di smalto colorato. Semplice da lavorare e adatto per mobili moderni.
Quello che ti hanno venduto è probabilmente OSB, quello che utilizzano molto per la recinzione dei cantieri. Bello a mio giudizio non è, nè impermeabile (per quelle applicazioni esiste il compensato marino / fenolico).

____________
Amedeo

"Se riuscissi a pensarlo, magari riuscirei anche a farlo".

 
Da EfremSesso: Uomo Inviato: Mer 08 Set, 2010 21:40 #11
 
avatar

Registrato: Luglio 2010

Messaggi: 117

Età: 34

Regione: Lombardia

Provincia: Sondrio (SO)

Esatto Amedeo, ecco anche dove l'ho visto !! Giusto per recintare i cantieri si è proprio quello !! Si ho visto adesso su internet ed è proprio l'OSB

Dopo l’essiccazione, sulle scaglie viene spruzzato una colla a base di resine sintetiche. I tipi di resine
utilizzate comprendono le fenoliche (PF), le ureiche rinforzate con melammina (MUF) e le
poliuretaniche (PMDI), tutte resistenti all’umidità. In Europa, è pratica comune utilizzare una
combinazione di colle, tipicamente resine poliuretaniche nel nucleo e resine ureiche negli strati
esterni. Ciò ha il vantaggio di ridurre i cicli alla pressa, impartendo al tempo stesso un aspetto lucido
alla superficie del pannello.

Oddio mi devo preoccupare se le ho messe sotto il letto? sono velenose queste colle?    
 
Da ninni49Sesso: Uomo Inviato: Gio 09 Set, 2010 07:45 #12
 
avatar
Galleria Personale

Registrato: Febbraio 2009

Messaggi: 515

Età: 64

Regione: Sardegna

Provincia: Cagliari (CA)

Non so quanto e se siano velenose ma, cone dicevo più avanti, qualche emissione potrebbe esserci.

____________
Ciao
Domenico

 
Da valleandona Inviato: Gio 09 Set, 2010 13:31 #13
 
avatar

Registrato: Agosto 2010

Messaggi: 1409

Residenza: blank.gif

Regione: Piemonte

Provincia: Alessandria (AL)

Efrem ha scritto: 
Esatto Amedeo, ecco anche dove l'ho visto !! Giusto per recintare i cantieri si è proprio quello !! Si ho visto adesso su internet ed è proprio l'OSB

Dopo l’essiccazione, sulle scaglie viene spruzzato una colla a base di resine sintetiche. I tipi di resine
utilizzate comprendono le fenoliche (PF), le ureiche rinforzate con melammina (MUF) e le
poliuretaniche (PMDI), tutte resistenti all’umidità. In Europa, è pratica comune utilizzare una
combinazione di colle, tipicamente resine poliuretaniche nel nucleo e resine ureiche negli strati
esterni. Ciò ha il vantaggio di ridurre i cicli alla pressa, impartendo al tempo stesso un aspetto lucido
alla superficie del pannello.

Oddio mi devo preoccupare se le ho messe sotto il letto? sono velenose queste colle?    


CIAO sicuramente avrai altra roba in casa molto piu' tossica di quella tavola messa sotto il letto (tutti i panelli in trucciolato specialmente quelli vecchi rilasciano  sostanze tossiche delle colle) cmq io sono del parere che e' meglio il legno massello, per uso casalngo, i pannelli agglomerati li lascio per i lavori fuori casa.
 
Da Macigno Inviato: Gio 09 Set, 2010 21:35 #14
 
avatar

Registrato: Gennaio 2010

Messaggi: 3075

Età: 56

Residenza: blank.gif

Regione: Abruzzo

Provincia: Chieti (CH)

Efrem ha scritto: 
Buongiorno a tutti, abbiate un pò di pazienza ma siccome sono un dilettante ho bisogno e "fame" di sapere.. Non so quanti avranno la pazienza di rispondere a tutte le mie domande, ma io ci provo lo stesso, ringraziando anticipatamente tutti coloro che avranno la cortesia di far luce sui miei mille dubbi e lacune.
Allora da dove iniziare...
Io fino ad ora ho sempre lavorato legni comprati a dei Briko center, quindi conosco:
- Laminato - è formato da truciolato e da una lamina in pvc (correggetemi se sbaglio).
- Mdf - Ecco su questo tipo di legno ho bisogno di sapere alcune cose: se è un "legno" resistente. se è soggetto a tarli.e se nel verniciarlo va bene darci sopra un impregnante oppure basta una passata di colla vinilica. ( Io vernicio a pennello però perchè non posso utilizzare pistola).
- Mulistrato - che è quello chiaro di solito, anche qui volevo sapere le stesse domande di sopra.
Poi giorni fa ho rifatto le assi da mettere sotto il mio letto, e il tizio della Briko aveva solo pannelli di quel legno che si applca anche sulle pareti delle case in costruzione all'esterno, tipo pannello isolante, adesso non so dirvi il nome esatto ma è fatto di tante "cortecce" di legno pressate. Il tizio della briko mi ha detto che è cmq un legno resistente e anche "impermeabile", ma non mi convince molto in quanto vedo già che si è curvato.. credo mi abbia rifilato "una sola" come dicono a Roma   anche qui ho bisogno di sapere se questo legno è soggetto atarli visto che sta sotto ilmaterasso, io per adesso gli ho dato una pennellata di colla vinilica.
Poi mi interessava (se è possibile) sapere quali sono i legni (veri legni) buoni da lavorare e sapere qual'è il legno più morbido fino a sapere qual'è il più duro e resistente, perchè io fino ad ora ho lavorato con delle listarelle di legno di abete ma mi sembra un legno molto morbido e molto facile alla rottura (crepatura) se si inseriscono viti.
Scusate per il poema che ho scritto    
Grazie


Tu vuoi sapere troppe cose.
i pannelli che hai citato: il laminato, che non è il truciolato con il pvc ecc ecc.
dipende dal fatto che i commercianti oltre che a rifilare roba di scarsa qualità imbrogliano anche sul nome.
Il laminato era la famosa formìCA che comunque non era propio formica ma simile comunque di ottima qualità, nel senso che un pannello rivestito in laminato, ha comunque uno spessore di 6/10, uno in vera formica ha uno spessore di 10/10 di mm, paragonati a i pochi micron di carta o pvc la differenza è enorme.
I pannelli già rivestiti con laminato si chiamano pannelli bilaminato, e sono con multistrato o listellare d'abete.
Sono di ottima qualità, buona lavorazione ma hanno un difetto cioè quello di presentarsi un pochino imbarcati e in controluce non hanno una perfettissima planarità, per il resto sono buoni.
l'mdf.........................
credo di non poter liquidare l'argomento con due righe , prometto di tornare sull'argomento
adesso vado che mi aspetta il gelato
ciao
a presto
Macigno
 
Da EfremSesso: Uomo Inviato: Ven 10 Set, 2010 09:58 #15
 
avatar

Registrato: Luglio 2010

Messaggi: 117

Età: 34

Regione: Lombardia

Provincia: Sondrio (SO)

Grazie Macigno.
 

Vai a 1, 2  Successivo

Precedente Argomenti Recenti Download Discussione Versione Stampabile Segnala via email Successivo