MOBILI CUCINA

Da incisore, 16 Mar 2020.

Risposte 37, Visite 8445

Vai a Precedente  1, 2, 3

Precedente Argomenti Recenti Download Discussione Versione Stampabile Segnala via email Successivo

 

Da ShadowSesso: Uomo Inviato: Mer 18 Mar, 2020 15:33 #31
 
avatar

Registrato: Febbraio 2016

Messaggi: 72

Età: 39

Residenza: blank.gif

Regione: Veneto

Provincia: Vicenza (VI)

incisore ha scritto: 
Fossimo in tempi normali, non avrei difficoltà ad aiutarti materialmente, qui a Limena cè un grosso distributore di laminati da cui abitualmente mi servo in caso di necessità e altrettanto potrei tramite un carissimo amico approntarti il multistrato che ti serve, purtroppo sono entrambi chiusi, l'italignum di Camin dovrebbe essere aperta, ignoro però i termini di consegna. si infatti cercando lo avevo visto ma bisogna vedere se consegnano e se vendono a privati
Anch'io sono in difficoltà, devo realizzare una camera da letto e non riesco a trovare le assi di abet o il multistrato per fare le strutture di base da lastronare, tutto chiuso.
I consigli di Davide sono sempre preziosi e ben accetti, tuttavia bisogna capire cosa vuole fare Paolo, ovvero le soluzioni canoniche potrebbero non incontrare le sue esigenze o gusto, il problema è che ignoravo l'esistenza di molti di questi materiali e quindi in prima analisi non li avevo presi in considerazione, diciamo che come gusto ero perplesso come voi sul materiale da scegliere visto il colore della cucina in finto cemento e top quarzo (ma non sapevo come risolvere), ovviamente se Incisore dice che sono facilmente reperibili (non ora ovviamente), e che il risultato estetico sarebbe indubbiamente migliore armonizzandosi meglio con la restate cucina, potremmo aspettare e vedere dopo!
potremmo intanto andare avanti nella:
1) fase di progettazione (mantenendo sempre spessore 18 per non cambiare poi tutto) vedendo come fissare i vari ripiani, se ad incastro con la fresa o con il domino,
2) nel decidere come assemblare i vari elementi, se prevedere elementi smontabili e quindi la ferramenta necessaria
3) vedere i cassetti materiali/ferramenta e modificare lo schema per poi avere le misure esatte da tagliare
il top di chiusura nella parte alta, è una soluzione estetica che ha anche una funzione strutturale, ma non è indispensabile. se non pregiudica il progetto (cioè doverlo rifare) possiamo prenderlo in considerazione quando abbiamo definito e trovato i materiali
Non essendoci pensili, farei tutti i cassoni con i top/fondi che sormontano le coste dei fianchi, esteticamente è più gradevole e migliora la portanza. quindi come la parte inferiore dell'immagine che ho postato prima
Benissimo la struttura del portabottiglie autoportante che andrai poi a spinare sui fianchi del mobile che lo contiene.


Che dici Incisore potrebbero essere idee valide?
 
Da davide1970Sesso: Uomo Inviato: Mer 18 Mar, 2020 16:17 #32
 
avatar

Registrato: Dicembre 2007

Messaggi: 5840

Età: 50

Residenza: italia.png cesena

Regione: Emilia Romagna

Provincia: Forlì-Cesena (FC)

incisore ha scritto: 

I consigli di Davide sono sempre preziosi e ben accetti, tuttavia bisogna capire cosa vuole fare Paolo, ovvero le soluzioni canoniche potrebbero non incontrare le sue esigenze o gusto non ho soluzioni canoniche, quando si prova ad ideare un mobile o un arredo si cerca di amalgamarlo con il contesto e dare un senso a quello che si fa; in questo caso ci sono molti stili e colori e bisogna cercare di armonizzare il lavoro inoltre spesso il gusto èqualcosa di poco chiaro, si parte con delle idee e il compito del professionista è quello di focalizzare le idee e trovare le soluzioni giuste , il top di chiusura nella parte alta, è una soluzione estetica che ha anche una funzione strutturale, ma non è indispensabile non è strutturale ma solo estetico
Non essendoci pensili, farei tutti i cassoni con i top/fondi che sormontano le coste dei fianchi, esteticamente è più gradevole e migliora la portanza. non migliora la portanza,
anzi. Se si vuole evitare il top allora meglio mettere la base in battuta sui fianchi e il cappello in appoggio ai fianchi

Benissimo la struttura del portabottiglie autoportante che andrai poi a spinare sui fianchi del mobile che lo contiene. tenete presente che nella maggior parte dei casi le persone non conoscono i materiali con cui si possono realizzare i mobili, per questo non possono valutare tante soluzioni estetiche


Abbiate pazienza ma la realizzazione di mobili è per me oltre che un lavoro anche una grande passione che curo in ogni minimo dettaglio.  Adesso passo la mano e lascio il lavoro a Marco....

____________
"...ai poveri è annunciato il Vangelo. E beato è colui che non trova in me motivo di scandalo!" (Mt 11,5-6)

 
Da incisoreSesso: Uomo Inviato: Mer 18 Mar, 2020 21:21 #33
Ufficiale di bordo
Ufficiale di bordo
avatar
HomePage

Registrato: Luglio 2015

Messaggi: 2032

Età: 60

Residenza: italia.png Selvazzano Dentro

Regione: Veneto

Provincia: Padova (PD)

I tuoi consigli Davide, sono sempre preziosi, certamente hai una visione e una filosofia diversa dalla mia e questo ci sta, l'importante è che portiamo Paolo nella direzione migliore per lui affinchè riesca a realizzare quanto si prefigge nel modo migliore secondo le proprie capacità ed esperienza con soddisfazione.

____________
Dai diamanti non nasce niente.
www.fosluce.it

 
Da ShadowSesso: Uomo Inviato: Sab 21 Mar, 2020 11:26 #34
 
avatar

Registrato: Febbraio 2016

Messaggi: 72

Età: 39

Residenza: blank.gif

Regione: Veneto

Provincia: Vicenza (VI)

fatto le modifiche al  progetto prevedendo i fianchi in battuta e che dopo prevederebbero il top

 cucina3

altrimenti senza top, mantengo quella di prima

 cucina_2

Ora rinnovo le varie domande che probabilmente si sono perse nei vari post:

Shadow ha scritto: 
incisore ha scritto: 

Inoltre vorrei anche sottolineare che il multistrato non perdona eventuali errori, mentre con il massello è sempre possibile in linea di massima effettuare correzioni senza grandi problemi.

Scusami Incisore ma non ho idea del perchè il multistrato non perdoni, potresti spiegarmelo?

incisore ha scritto: 
può anche andare bene il multistrato bilaminato in rovere sbiancato magari con le coste a vista, tieni conto però di quanto ti ho detto prima sul multistrato.

 cosa intendi con coste a vista?

grazie mille per la pazienza  


Shadow ha scritto: 
incisore ha scritto: 
Fossimo in tempi normali, non avrei difficoltà ad aiutarti materialmente, qui a Limena cè un grosso distributore di laminati da cui abitualmente mi servo in caso di necessità e altrettanto potrei tramite un carissimo amico approntarti il multistrato che ti serve, purtroppo sono entrambi chiusi, l'italignum di Camin dovrebbe essere aperta, ignoro però i termini di consegna. si infatti cercando lo avevo visto ma bisogna vedere se consegnano e se vendono a privati
Anch'io sono in difficoltà, devo realizzare una camera da letto e non riesco a trovare le assi di abet o il multistrato per fare le strutture di base da lastronare, tutto chiuso.
I consigli di Davide sono sempre preziosi e ben accetti, tuttavia bisogna capire cosa vuole fare Paolo, ovvero le soluzioni canoniche potrebbero non incontrare le sue esigenze o gusto, il problema è che ignoravo l'esistenza di molti di questi materiali e quindi in prima analisi non li avevo presi in considerazione, diciamo che come gusto ero perplesso come voi sul materiale da scegliere visto il colore della cucina in finto cemento e top quarzo (ma non sapevo come risolvere), ovviamente se Incisore dice che sono facilmente reperibili (non ora ovviamente), e che il risultato estetico sarebbe indubbiamente migliore armonizzandosi meglio con la restate cucina, potremmo aspettare e vedere dopo!
potremmo intanto andare avanti nella:
1) fase di progettazione (mantenendo sempre spessore 18 per non cambiare poi tutto) vedendo come fissare i vari ripiani, se ad incastro con la fresa o con il domino,
2) nel decidere come assemblare i vari elementi, se prevedere elementi smontabili e quindi la ferramenta necessaria ()perni barilotto) o quella del domino (che non ho e molto costosa)
3) vedere i cassetti materiali/ferramenta e modificare lo schema per poi avere le misure esatte da tagliare



Che dici Incisore potrebbero essere idee valide?

Rinnovo i ringraziamenti per il tempo che mi dedichi
 
Da incisoreSesso: Uomo Inviato: Sab 21 Mar, 2020 15:05 #35
Ufficiale di bordo
Ufficiale di bordo
avatar
HomePage

Registrato: Luglio 2015

Messaggi: 2032

Età: 60

Residenza: italia.png Selvazzano Dentro

Regione: Veneto

Provincia: Padova (PD)

Ciao Paolo, da come avevi descritto l'idea di realizzazione davo per scontato che tu avessi il domino, apprendo ora che invece non è cosi; nessun problema, puoi decidere per una soluzione smontabile con perno/barilotto o eccentrici + spine, oppure una soluzione incollata con spine o lamelli (ma se non hai la lamellatrice siamo da capo).
Allora, il multistrato grezzo, avendo gli strati relativamente sottili, in caso di scheggiature importanti è abbastanza difficile da ripristinare in modo invisibile, anche perchè questi strati specialmente pioppo ma anche betulla, hanno una venatura pressochè inestistente o comunque molto meno evidente, e quindi paradossalmente più difficile da mascherare; certamente se il pezzo andrà rivestito o verniciato in modo coprente, il problema non sussiste.
Per coste a vista intendo non rivestire i bordi dei pannelli, lasciando appunto le coste a vista, ovviamente verniciandole trasparenti.
Se invece parliamo di pannelli comunque rivestiti, vuoi da formica, vuoi da piallaccio, anche in questo caso eventuali imperfezioni o scheggiature diventano impossibili da riprendere se non rifilando ulteriormente il pezzo; per questo motivo quando si lavorano quei materiali è buona norma usare lame e frese ben affilate e di qualità.
Inoltre bisogna usare l'accortezza(nel caso di bilaminato), qualora non si disponga di un banco sega con incisore, di simulare questo attrezzo, ovvero incidere prima del taglio vero e proprio lo strato di lamina con una leggera passata della lama con altezza 1/2 mm e poi procedere al taglio vero e proprio.
Questa operazione impedisce alla lama in fase di taglio che il dente in uscita scheggi appunto la lamina.
Per l'assemblaggio del mobile puoi optare per soluzioni diverse, si è già detto delle teste e delle schiene, come pure ti siano state date corrette informazioni (non qui) sulle meccaniche dei cassetti e la loro profondità, per i ripiani puoi anche decidere( se pensi di averne le capacità) di realizzare delle coulisse a coda di rondine; ovviamente questa soluzione molto bella esteticamente vincola i ripiani a delle posizioni fisse, però, in caso di struttura smontabile, contribuirebbe a garantire maggiore rigidità al sistema.
Oppure puoi optare per un classico sistema a fori multipli con interasse 32 mm e piolini reggimensola, in questo caso meglio farsi una dima di foratura per evitare errori.

____________
Dai diamanti non nasce niente.
www.fosluce.it

 
Da ShadowSesso: Uomo Inviato: Sab 21 Mar, 2020 17:33 #36
 
avatar

Registrato: Febbraio 2016

Messaggi: 72

Età: 39

Residenza: blank.gif

Regione: Veneto

Provincia: Vicenza (VI)

incisore ha scritto: 
Ciao Paolo, da come avevi descritto l'idea di realizzazione davo per scontato che tu avessi il domino, apprendo ora che invece non è cosi; ti chiedo scusa, forse mi sono spiegato male, possiedo il domino 500, ma non possiedo il kit per le giunzioni smontabili, quindi mi chiedevo, essendo i mobili grandi, se bisogna prevedere delle giunzioni smontabili e se sì se dovevo prendere il kit del domino (dal costo elevato) o se ci sia un altro sistema da abbinare alle giunzioni del domino
Allora, il multistrato grezzo, avendo gli strati relativamente sottili, in caso di scheggiature importanti è abbastanza difficile da ripristinare in modo invisibile, anche perchè questi strati specialmente pioppo ma anche betulla, hanno una venatura pressochè inestistente o comunque molto meno evidente, e quindi paradossalmente più difficile da mascherare; certamente se il pezzo andrà rivestito o verniciato in modo coprente, il problema non sussiste.
Per coste a vista intendo non rivestire i bordi dei pannelli, lasciando appunto le coste a vista, ovviamente verniciandole trasparenti.
Se invece parliamo di pannelli comunque rivestiti, vuoi da formica, vuoi da piallaccio, anche in questo caso eventuali imperfezioni o scheggiature diventano impossibili da riprendere se non rifilando ulteriormente il pezzo; per questo motivo quando si lavorano quei materiali è buona norma usare lame e frese ben affilate e di qualità.
Inoltre bisogna usare l'accortezza(nel caso di bilaminato), qualora non si disponga di un banco sega con incisore, di simulare questo attrezzo, ovvero incidere prima del taglio vero e proprio lo strato di lamina con una leggera passata della lama con altezza 1/2 mm e poi procedere al taglio vero e proprio.
Questa operazione impedisce alla lama in fase di taglio che il dente in uscita scheggi appunto la lamina.
ok ora ho capito grazie mille, possiedo un banco CMS con una TS55, quindi dovrò fare in 2 passaggi
Per l'assemblaggio del mobile puoi optare per soluzioni diverse, si è già detto delle teste e delle schiene, ok infatti quello mi è chiaro come pure ti siano state date corrette informazioni (non qui) sulle meccaniche dei cassetti e la loro profondità, Si infatti, prima di aprire il post sulla sezione degli Apprendisti, avevo fatto una richiesta sulla ferramenta da usare!
Per i cassetti poi farò uno schema perchè dovrei aver capito per la lunghezza, ma non mi è chiara (devo vedere bene le guide)la larghezza e l'altezza dei cassetti;per  il materiale devo realizzarli sempre con lo stesso dei fianchi o posso anche farli in altro materiale (al momento in casa ho compensato di betulla)?
 

per i ripiani puoi anche decidere( se pensi di averne le capacità) di realizzare delle coulisse a coda di rondine; ovviamente questa soluzione molto bella esteticamente vincola i ripiani a delle posizioni fisse, però, in caso di struttura smontabile, contribuirebbe a garantire maggiore rigidità al sistema.
Oppure puoi optare per un classico sistema a fori multipli con interasse 32 mm e piolini reggimensola, in questo caso meglio farsi una dima di foratura per evitare errori. preferirei provare la soluzione delle coulisse o potrei farle con il domino, però dovrei incollarli?

grazie mille
 
Da lapinSesso: Uomo Inviato: Ven 24 Apr, 2020 11:06 #37
Nostromo
avatar
Galleria Personale

Registrato: Marzo 2013

Messaggi: 17389

Età: 65

Residenza: italia.png Seregno

Regione: Lombardia

Provincia: Monza e della Brianza (MB)

E' passato più di un mese, tutto tace?  

____________
Giuseppe.

Yorkshire's proverb:

Do not look in mouth to given horse

 
Da incisoreSesso: Uomo Inviato: Ven 24 Apr, 2020 14:21 #38
Ufficiale di bordo
Ufficiale di bordo
avatar
HomePage

Registrato: Luglio 2015

Messaggi: 2032

Età: 60

Residenza: italia.png Selvazzano Dentro

Regione: Veneto

Provincia: Padova (PD)

Non esattamente, proprio ieri Shadow mi ha scritto in Mp, niente di che, ma sta appunto cercando i materiali e vedrò se posso aiutarlo in tal senso; purtroppo è un po' complicato scegliere on line determinate cose, ma non disperiamo, vediamo dalla prossima settimana, da questo punto di vista, se le cose andranno meglio, anch'io sono fermo con diversi lavori.

____________
Dai diamanti non nasce niente.
www.fosluce.it

 

Vai a Precedente  1, 2, 3

Precedente Argomenti Recenti Download Discussione Versione Stampabile Segnala via email Successivo