E se mi costruissi un Tornio?

Da lapin, 27 Feb 2019.

Risposte 184, Visite 21568

Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 11, 12, 13  Successivo

Precedente Argomenti Recenti Download Discussione Versione Stampabile Segnala via email Successivo

 

Da lapinSesso: Uomo Inviato: Ven 01 Mar, 2019 13:12 #46
Nostromo
avatar
Galleria Personale

Registrato: Marzo 2013

Messaggi: 16801

Età: 65

Residenza: italia.png Seregno

Regione: Lombardia

Provincia: Monza e della Brianza (MB)

Arsenico ha scritto: 
Se ti riferisci a me, visto che il termine "cazzaro" l'ho introdotto io verso me stesso ..... rileggendo il mio post, ho semplicemente detto che non è un gran manico chi te lo ha venduto, non che dice cazzate. Oppure non gli è stato chiesto esattamente ciò che serve: un motore con la possibilità di regolare i giri per fare un tornio.

PS: se comunque vuoi provare lo stesso, non limitarti a ridurre i giri ma prova a simulare l'azione della tornitura, ovvero creare una resistenza alla rotazione.


E' ovvio che farò così. Comunque stamattina gli ho telefonato e gli ho espresso i vari dubbi emersi. Lui mi ha detto di essere certo del risultato e che se volevo potremmo fare la prova direttamente nel suo laboratorio.

____________
Giuseppe.

Yorkshire's proverb:

Do not look in mouth to given horse

 
Da incisoreSesso: Uomo Inviato: Ven 01 Mar, 2019 15:12 #47
Ufficiale di bordo
Ufficiale di bordo
avatar
HomePage

Registrato: Luglio 2015

Messaggi: 1762

Età: 60

Residenza: italia.png Selvazzano Dentro

Regione: Veneto

Provincia: Padova (PD)

Probabilmente quel variatore di giri è adatto se il motore in questione è abbinato a un riduttore, ad esempio su piccoli nastri trasportatori, se invece vogliamo usarlo con tenuta di coppia direttamente sull'albero motore temo sia inservibile, in quanto esso agisce sulla tensione e non sulla frequenza come invece fa un inverter.
Sostanzialmente è un reostato elettronico, un tempo si usavano grossi reostati, ovvero potenziometri a filo di adeguata potenza, per regolare la tensione, poi con l'avvento dei semiconduttori si usano i triac ei mosfet come interruttori elettronici per tagliare le semionde e quindi regolare la tensione, ma abbassare la tensione comporta una drastica riduzione della coppia, invece gli inverter agiscono sulla frequenza mantenendo costante la tensione, esistono tuttavia piccoli inverter minimali che corredano i piccoli motori a induzione di alcune macchine utensili( ad esempio alcune diffuse seghe a nastro per metalli), non so se questi piccoli inverter siano disponibili sciolti sul mercato consumer, se così fosse nel tuo caso, ben venga, ma ne dubito in quanto il tuo accessorio, almeno da quanto vedo dalle foto, non ha evidenti dissipatori di calore necessari appunto a smaltire l'energia in eccesso.

____________
Dai diamanti non nasce niente.
www.fosluce.it

 
Da lapinSesso: Uomo Inviato: Ven 01 Mar, 2019 16:19 #48
Nostromo
avatar
Galleria Personale

Registrato: Marzo 2013

Messaggi: 16801

Età: 65

Residenza: italia.png Seregno

Regione: Lombardia

Provincia: Monza e della Brianza (MB)

incisore ha scritto: 
Probabilmente quel variatore di giri è adatto se il motore in questione è abbinato a un riduttore, ad esempio su piccoli nastri trasportatori, se invece vogliamo usarlo con tenuta di coppia direttamente sull'albero motore temo sia inservibile, in quanto esso agisce sulla tensione e non sulla frequenza come invece fa un inverter.
Sostanzialmente è un reostato elettronico, un tempo si usavano grossi reostati, ovvero potenziometri a filo di adeguata potenza, per regolare la tensione, poi con l'avvento dei semiconduttori si usano i triac ei mosfet come interruttori elettronici per tagliare le semionde e quindi regolare la tensione, ma abbassare la tensione comporta una drastica riduzione della coppia, invece gli inverter agiscono sulla frequenza mantenendo costante la tensione, esistono tuttavia piccoli inverter minimali che corredano i piccoli motori a induzione di alcune macchine utensili( ad esempio alcune diffuse seghe a nastro per metalli), non so se questi piccoli inverter siano disponibili sciolti sul mercato consumer, se così fosse nel tuo caso, ben venga, ma ne dubito in quanto il tuo accessorio, almeno da quanto vedo dalle foto, non ha evidenti dissipatori di calore necessari appunto a smaltire l'energia in eccesso.


Direi Marco che ti sei espresso chiaramente, com'è tuo costume naturalmente

____________
Giuseppe.

Yorkshire's proverb:

Do not look in mouth to given horse

 
Da robypvSesso: Uomo Inviato: Ven 01 Mar, 2019 17:10 #49
 
avatar

Registrato: Gennaio 2019

Messaggi: 122

Età: 60

Regione: Lombardia

Provincia: Pavia (PV)

Tra l'altro, per completare il concetto di incisore (sono andato a ripassarmi i vetusti appunti scolastici),
 la velocità di un motore asincrono, essendo basato sull'inseguimento di 2 campi magnetici, non dipende dalla tensione ma dalla frequenza e dal numero dei poli (formula n=120*f/p ). Nei vecchi motori di lavatrice il ciclo normale usava l'avvolgimento a 12 poli (più lento) e per la centrifuga quello a 2 poli. Abbassando la tensione si ottiene proporzionalmente un aumento della corrente in opposizione alla coppia resistente. Una volta questa tecnica veniva usata per asciugare i motori umidi, si abbassava la tensione e l'aumento di corrente surriscaldava gli avvolgimenti in modo controllato.

Oramai è diventato un 3d di elettrotecnica   .
 
Da artistaSesso: Uomo Inviato: Ven 01 Mar, 2019 21:26 #50
 
avatar

Registrato: Dicembre 2008

Messaggi: 8455

Età: 51

Residenza: blank.gif ROANA--Magico Altopiano dei 7 Comuni

Regione: Veneto

Provincia: Vicenza (VI)

...io resto in attesa fiducioso

...l'unica cosa che aggiungo è che se il tornio sarà abbastanza grosso oltre all'inverter ci va cmq previsto un cambio puleggia a 2 gradini almeno, se si guardano i torni di marca sopra una certa dimensione son tutti equipaggiati così.

...resto dell'idea cmq che questo sia un problema, si da prevedere, ma non di tale importanza in questo momento.

...la cosa più tosta adesso 2° meè  progettare e tornire l'albero portamandrino, e in 2a l'albero contropunta.

____________
-----------
Massimo


-----------------------------------------------------------------------------------------------------
La differenza fra genialità e stupidità, è che la prima ha i suoi limiti.

 
Da NonnoTony48Sesso: Uomo Inviato: Ven 01 Mar, 2019 23:39 #51
Ufficiale di bordo
Ufficiale di bordo
avatar
Galleria Personale

Registrato: Novembre 2008

Messaggi: 10326

Età: 72

Residenza: australia.png Melbourne = Australia

Regione: Stato Estero

Provincia: -

Giuseppe pur usando un variatore e avissabile usare Le puleggie a gradini  Il mio tornio con Variatore ha Puleggie a tre gradini,  anche i Vicmarc vengono con questo sistema, Usando queste puleggie aumenta la potenza dell tornio a 150%.

Cheers Antonio,

 20190302_091102

 20190302_090737
E questo quello della Vicmarc.
 vicmarcvl150b_1551511601_504195

____________
Vivi Ogni giorno come fosse il tuo Ultimo-----Un Giorno lo sarà

Ultima modifica di NonnoTony48 il Sab 02 Mar, 2019 08:27, modificato 2 volte in totale

 
Da lapinSesso: Uomo Inviato: Sab 02 Mar, 2019 09:07 #52
Nostromo
avatar
Galleria Personale

Registrato: Marzo 2013

Messaggi: 16801

Età: 65

Residenza: italia.png Seregno

Regione: Lombardia

Provincia: Monza e della Brianza (MB)

Si, Tony, potrebeb essere una soluzioen anche questa.

artista ha scritto: 
...io resto in attesa fiducioso

...l'unica cosa che aggiungo è che se il tornio sarà abbastanza grosso oltre all'inverter ci va cmq previsto un cambio puleggia a 2 gradini almeno, se si guardano i torni di marca sopra una certa dimensione son tutti equipaggiati così.

...resto dell'idea cmq che questo sia un problema, si da prevedere, ma non di tale importanza in questo momento.

...la cosa più tosta adesso 2° meè  progettare e tornire l'albero portamandrino, e in 2a l'albero contropunta.


Infatti, Massimo, non è una cosa facile e soprattutto bisogna trovare qualcuno che te lo tornisca rispettando le tolleranze

____________
Giuseppe.

Yorkshire's proverb:

Do not look in mouth to given horse

 
Da davide1970Sesso: Uomo Inviato: Sab 02 Mar, 2019 09:38 #53
 
avatar

Registrato: Dicembre 2007

Messaggi: 5840

Età: 50

Residenza: italia.png cesena

Regione: Emilia Romagna

Provincia: Forlì-Cesena (FC)

incisore ha scritto: 
Probabilmente quel variatore di giri è adatto se il motore in questione è abbinato a un riduttore, ad esempio su piccoli nastri trasportatori, se invece vogliamo usarlo con tenuta di coppia direttamente sull'albero motore temo sia inservibile, in quanto esso agisce sulla tensione e non sulla frequenza come invece fa un inverter.
Sostanzialmente è un reostato elettronico, un tempo si usavano grossi reostati, ovvero potenziometri a filo di adeguata potenza, per regolare la tensione, poi con l'avvento dei semiconduttori si usano i triac ei mosfet come interruttori elettronici per tagliare le semionde e quindi regolare la tensione, ma abbassare la tensione comporta una drastica riduzione della coppia, invece gli inverter agiscono sulla frequenza mantenendo costante la tensione, esistono tuttavia piccoli inverter minimali che corredano i piccoli motori a induzione di alcune macchine utensili( ad esempio alcune diffuse seghe a nastro per metalli), non so se questi piccoli inverter siano disponibili sciolti sul mercato consumer, se così fosse nel tuo caso, ben venga, ma ne dubito in quanto il tuo accessorio, almeno da quanto vedo dalle foto, non ha evidenti dissipatori di calore necessari appunto a smaltire l'energia in eccesso.


Grazie mille del tuo intervento tecnico!

Abbiamo speso 4 pagine di post per spiegare le stesse cose a Giuseppe e finalente il tuo intervento, evidentemente ritenuto più professionale (ed in effetti lo è) ha convinto Giuseppe del fatto che gli sia stato dato un consiglio profondamente errato alla base.

____________
"...ai poveri è annunciato il Vangelo. E beato è colui che non trova in me motivo di scandalo!" (Mt 11,5-6)

 
Da lapinSesso: Uomo Inviato: Sab 02 Mar, 2019 11:54 #54
Nostromo
avatar
Galleria Personale

Registrato: Marzo 2013

Messaggi: 16801

Età: 65

Residenza: italia.png Seregno

Regione: Lombardia

Provincia: Monza e della Brianza (MB)

davide1970 ha scritto: 
incisore ha scritto: 
Probabilmente quel variatore di giri è adatto se il motore in questione è abbinato a un riduttore, ad esempio su piccoli nastri trasportatori, se invece vogliamo usarlo con tenuta di coppia direttamente sull'albero motore temo sia inservibile, in quanto esso agisce sulla tensione e non sulla frequenza come invece fa un inverter.
Sostanzialmente è un reostato elettronico, un tempo si usavano grossi reostati, ovvero potenziometri a filo di adeguata potenza, per regolare la tensione, poi con l'avvento dei semiconduttori si usano i triac ei mosfet come interruttori elettronici per tagliare le semionde e quindi regolare la tensione, ma abbassare la tensione comporta una drastica riduzione della coppia, invece gli inverter agiscono sulla frequenza mantenendo costante la tensione, esistono tuttavia piccoli inverter minimali che corredano i piccoli motori a induzione di alcune macchine utensili( ad esempio alcune diffuse seghe a nastro per metalli), non so se questi piccoli inverter siano disponibili sciolti sul mercato consumer, se così fosse nel tuo caso, ben venga, ma ne dubito in quanto il tuo accessorio, almeno da quanto vedo dalle foto, non ha evidenti dissipatori di calore necessari appunto a smaltire l'energia in eccesso.


Grazie mille del tuo intervento tecnico!

Abbiamo speso 4 pagine di post per spiegare le stesse cose a Giuseppe e finalente il tuo intervento, evidentemente ritenuto più professionale (ed in effetti lo è) ha convinto Giuseppe del fatto che gli sia stato dato un consiglio profondamente errato alla base.


Caro Davide evidentemente tu, al pari di altri, ritieni che io sia uno sprovveduto, mi fa piacere che la pensiate così ma non lo è. Io prima di fare una cosa valuto attentamente pro e contro e poi decido comunque in autonomia come operare. A volte sbaglio ed a volte no, ma fa parte della vita. Mi piace sperimentare e provare. Quello che non mi piace è che si dicano le cose partendo da certi presupposti come quello, per esempio, di essere stato preso per il culo. Per questo ho particolarmente apprezzato l'intervento di Marco molto pacato e generoso di spiegazioni tecniche. Ma tengo conto anche degli altri pareri anche se magari espressi in modo che non ritengo appropriato. Io non ho ancora in mente come fare il tornio, anzi, ce l'ho ma sono tutte cose che sono da verificare una per una. Non ho nessuna fretta e quindi mi prendo tutto il tempo necessario. Proprio stamattina ero in giro per verificare disponibilità delle pulegge a gradini e costruzione dell'albero mandrino che sono le cose che al momento mi interessano di più.
Penso che adotterò (al momento è l'opzione più seria) la soluzione delle due pulegge a gradini (ma guardate che l'avevo in testa sin dall'inizio) e, come evidenziato da Tony, accoppierò anche il potenziometro. Se funzionerà tutto bene se no resterò solamente con le pulegge. Per quanto riguarda le due pulegge sono alla ricerca, anzi se qualcuno avesse qualche segnalazione è il benvenuto, mentre l'albero mandrino verrà realizzato in C40 e sarà supportato da due supporti Kojo. Alla prossima

____________
Giuseppe.

Yorkshire's proverb:

Do not look in mouth to given horse

 
Da NonnoTony48Sesso: Uomo Inviato: Sab 02 Mar, 2019 12:52 #55
Ufficiale di bordo
Ufficiale di bordo
avatar
Galleria Personale

Registrato: Novembre 2008

Messaggi: 10326

Età: 72

Residenza: australia.png Melbourne = Australia

Regione: Stato Estero

Provincia: -

lapin ha scritto: 
davide1970 ha scritto: 
incisore ha scritto: 
Probabilmente quel variatore di giri è adatto se il motore in questione è abbinato a un riduttore, ad esempio su piccoli nastri trasportatori, se invece vogliamo usarlo con tenuta di coppia direttamente sull'albero motore temo sia inservibile, in quanto esso agisce sulla tensione e non sulla frequenza come invece fa un inverter.
Sostanzialmente è un reostato elettronico, un tempo si usavano grossi reostati, ovvero potenziometri a filo di adeguata potenza, per regolare la tensione, poi con l'avvento dei semiconduttori si usano i triac ei mosfet come interruttori elettronici per tagliare le semionde e quindi regolare la tensione, ma abbassare la tensione comporta una drastica riduzione della coppia, invece gli inverter agiscono sulla frequenza mantenendo costante la tensione, esistono tuttavia piccoli inverter minimali che corredano i piccoli motori a induzione di alcune macchine utensili( ad esempio alcune diffuse seghe a nastro per metalli), non so se questi piccoli inverter siano disponibili sciolti sul mercato consumer, se così fosse nel tuo caso, ben venga, ma ne dubito in quanto il tuo accessorio, almeno da quanto vedo dalle foto, non ha evidenti dissipatori di calore necessari appunto a smaltire l'energia in eccesso.


Grazie mille del tuo intervento tecnico!

Abbiamo speso 4 pagine di post per spiegare le stesse cose a Giuseppe e finalente il tuo intervento, evidentemente ritenuto più professionale (ed in effetti lo è) ha convinto Giuseppe del fatto che gli sia stato dato un consiglio profondamente errato alla base.


Caro Davide evidentemente tu, al pari di altri, ritieni che io sia uno sprovveduto, mi fa piacere che la pensiate così ma non lo è. Io prima di fare una cosa valuto attentamente pro e contro e poi decido comunque in autonomia come operare. A volte sbaglio ed a volte no, ma fa parte della vita. Mi piace sperimentare e provare. Quello che non mi piace è che si dicano le cose partendo da certi presupposti come quello, per esempio, di essere stato preso per il culo. Per questo ho particolarmente apprezzato l'intervento di Marco molto pacato e generoso di spiegazioni tecniche. Ma tengo conto anche degli altri pareri anche se magari espressi in modo che non ritengo appropriato. Io non ho ancora in mente come fare il tornio, anzi, ce l'ho ma sono tutte cose che sono da verificare una per una. Non ho nessuna fretta e quindi mi prendo tutto il tempo necessario. Proprio stamattina ero in giro per verificare disponibilità delle pulegge a gradini e costruzione dell'albero mandrino che sono le cose che al momento mi interessano di più.
Penso che adotterò (al momento è l'opzione più seria) la soluzione delle due pulegge a gradini (ma guardate che l'avevo in testa sin dall'inizio) e, come evidenziato da Tony, accoppierò anche il potenziometro. Se funzionerà tutto bene se no resterò solamente con le pulegge. Per quanto riguarda le due pulegge sono alla ricerca, anzi se qualcuno avesse qualche segnalazione è il benvenuto, mentre l'albero mandrino verrà realizzato in C40 e sarà supportato da due supporti Kojo. Alla prossima


Ciao Giuseppe le Puleggie le trovi qui,   https://www.cometapulegge.com/puleggia-a-gradini/


Cheers Antonio,

____________
Vivi Ogni giorno come fosse il tuo Ultimo-----Un Giorno lo sarà

 
Da lapinSesso: Uomo Inviato: Sab 02 Mar, 2019 13:01 #56
Nostromo
avatar
Galleria Personale

Registrato: Marzo 2013

Messaggi: 16801

Età: 65

Residenza: italia.png Seregno

Regione: Lombardia

Provincia: Monza e della Brianza (MB)

Grazie Tony, l'avevo già visto

____________
Giuseppe.

Yorkshire's proverb:

Do not look in mouth to given horse

 
Da gerlando alaimoSesso: Uomo Inviato: Sab 02 Mar, 2019 13:12 #57
 
avatar

Registrato: Agosto 2009

Messaggi: 114

Residenza: blank.gif

Regione: Sicilia

Provincia: Agrigento (AG)

Alla fine mi rendo conto che poi non ti avevo dato un brutto consiglio      
 
Da lapinSesso: Uomo Inviato: Dom 03 Mar, 2019 13:48 #58
Nostromo
avatar
Galleria Personale

Registrato: Marzo 2013

Messaggi: 16801

Età: 65

Residenza: italia.png Seregno

Regione: Lombardia

Provincia: Monza e della Brianza (MB)

gerlando alaimo ha scritto: 
Alla fine mi rendo conto che poi non ti avevo dato un brutto consiglio      


E chi ha detto il contrario? Ho detto solo che chi me lo ha dato è persona di fiducia e poi ho aggiunto che non sono uno sprovveduto. Ho forse offeso qualcuno? Non mi pare proprio, no?  
Sono convinto che operando con intelligenza si può faare bene. La mia mente è aperta a tutte le soluzioni anche a quelle che sembrano più inverosimili. Ho anche detto che non sono un eletrico nè un elettronico ma però mi ritengo una persona che quando può fa funzionare il cervello  
Se non volessi tenere conto delle opinioni altrui eviterei di postare su di un Forum, ma non mi sembra questo il caso  

____________
Giuseppe.

Yorkshire's proverb:

Do not look in mouth to given horse

 
Da lapinSesso: Uomo Inviato: Dom 03 Mar, 2019 14:06 #59
Nostromo
avatar
Galleria Personale

Registrato: Marzo 2013

Messaggi: 16801

Età: 65

Residenza: italia.png Seregno

Regione: Lombardia

Provincia: Monza e della Brianza (MB)

Certo è prematuro, ma non avendo altro di più importante da fare in attesa che la progettazione definitiva parta, stamattina mi sono divertito ad assemblare il quadretto elettrico che per il momento non serve a nulla ma comunque è sempre una cosa in meno da fare domani  

 img_20190303_121435_1551618334_514937  

 img_20190303_123330_1551618340_181880  

 img_20190303_123312_1551618354_391634  

 img_20190303_123814_1551618360_436835

____________
Giuseppe.

Yorkshire's proverb:

Do not look in mouth to given horse

 
Da incisoreSesso: Uomo Inviato: Dom 03 Mar, 2019 19:21 #60
Ufficiale di bordo
Ufficiale di bordo
avatar
HomePage

Registrato: Luglio 2015

Messaggi: 1762

Età: 60

Residenza: italia.png Selvazzano Dentro

Regione: Veneto

Provincia: Padova (PD)

L'utilizzo delle pulegge potrebbe ( e sottolineo potrebbe) giustificare l'utilizzo di quel regolatore, in quanto, come giustamente fatto notare da Tony, esse fanno da moltiplicatore di coppia; non dimentichiamoci che stiamo parlando di un tornio da legno e non da metallo, quindi la necessità di variazione di giri è assai diversa, non è richiesta l'inversione, né precisione per filettatura, quindi potrebbe funzionare.

Sottolineando il post di Roby, giustamente bisogna anche vedere che tipo di motore vai a pilotare.
Se vieni in vacanza qui un week-end facciamo tutti i pezzi.

____________
Dai diamanti non nasce niente.
www.fosluce.it

 

Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 11, 12, 13  Successivo

Precedente Argomenti Recenti Download Discussione Versione Stampabile Segnala via email Successivo