Motore Lavatrice Con Regolatore Di Velocità

Da GV cues, 12 Gen 2020.

Risposte 16, Visite 1382

Vai a Precedente  1, 2

Precedente Argomenti Recenti Download Discussione Versione Stampabile Segnala via email Successivo

 

Da plcet Inviato: Gio 16 Gen, 2020 08:09 #16
 
avatar

Registrato: Marzo 2012

Messaggi: 1864

Età: 35

Regione: Abruzzo

Provincia: Chieti (CH)

lapin ha scritto: 
plcet ha scritto: 
lapin ha scritto: 
plcet ha scritto: 
anche io ne ho uno vecchio con un dimmer.....gira ma gira secondo me troppo
Volevo farci tipo una levigatrice a disco da banco ma sono ancora titubante, troppi giri non vanno bene, quello ne fa 13500 al minuto


Dovresti ridurli ad un decimo. Con due pulegge appropriate si può fare.


in realtà l' avevo predisposto per farci un girarrosto, solo che quando l' ho visto girare, mi sono immaginato il maialino che prendeva il volo al primo giro hihiihhihiih

il fatto Giuseppe è che se metto 2 pulegge dopo diventa come un banco sega non credi??


Certo, ma in questa caso l'accoppiamento diretto non si può fare. Io per fare le mie due levigatrici ho usato motori già a 4 poli da 1400 g/1' CA. e quindi perfetti per lo scopo.
Ma tu sei sicuro che gira a quella velocità? Mi sembra un po' assurdo.


Non vorrei sbagliarmi ma è proprio così.....ci si può fare un battente per asfalto
 
Da LocurtolaSesso: Uomo Inviato: Gio 16 Gen, 2020 12:16 #17
 
avatar

Registrato: Febbraio 2008

Messaggi: 21

Età: 39

Residenza: italia.png Arenzano

Regione: Liguria

Provincia: Genova (GE)

Ciao, dovresti innanzitutto capire che tipo di motore è.

Ne ho recuperato uno simile da una Ariston, ed è un motore trifase alimentato con inverter (gestito dalla scheda di controllo della lavatrice). Questo tipo di motore lo puoi pilotare con un inverter monofase -> trifase, che ti fa anche da regolatore della velocità.

Ad ogni buon conto, un motore simile, che gira a 13500 giri nominali, dubito possa essere efficace a 110 RPM. Qualsiasi controllo di velocità, ammesso che riesca a portarti il motore a quel regime senza rovinarlo nel tempo, lo renderebbe molto "debole". Dovresti come minimo adottare una coppia di pulegge, con rapporti simili a quello della lavastrice originale (un paio di cm sul motore, 30-35 sul cestello) per ridurre il range di intervento del regolatore di giri.

Con i motori più datati il gioco era più facile: se non sbaglio, avevano degli avvolgimenti dedicati alla bassa velocità. Bastava alimentare quelli, ed il gioco era fatto, ma la potenza resa era comunque poca.
Ora si usano motore pilotati elettronicamente, che per loro caratteristica possono salire e scendere agevolmente di giri, ma comunque all'interno di un certo range. Quello che ho recuperato io, per esempio, è abbastanza simile concettualmente ad un elettromandrino per pantografi CNC, e come tale lo si può pilotare.

Ultima modifica di Locurtola il Gio 16 Gen, 2020 12:17, modificato 1 volta in totale

 

Vai a Precedente  1, 2

Precedente Argomenti Recenti Download Discussione Versione Stampabile Segnala via email Successivo